Siamo lieti di comunicarvi che nella rosa dei brand che trattiamo, introdurremo una storica azienda italiana di sistemi d’arredo e cucine in occasione della prossima apertura del nuovo showroom a Pesaro, nelle Marche. Qualche giorno fa siamo stati in visita nello showroom degli headquarter del gruppo e condividiamo con voi le immagini della collezione 2020.

Si tratta del gruppo Molteni & C Dada, una realtà avviata nel 1934 da Angelo Molteni a Giussano, nel cuore della Brianza, distretto del mobile. Una storia di eccellenza tutta italiana, come tante altre nel settore, partita da una bottega artigianale e trasformatasi in un solido gruppo industriale.

Sotto le immagini la storia del brand Molteni & C Dada.

arredamenti-camilletti-molteni-dada (2) arredamenti-camilletti-molteni-dada (5) arredamenti-camilletti-molteni-dada (6) arredamenti-camilletti-molteni-dada (9) arredamenti-camilletti-molteni-dada (10) arredamenti-camilletti-molteni-dada (14) arredamenti-camilletti-molteni-dada (1)

Nel passaggio da bottega “Arredamenti di Angelo Molteni” ad impresa Molteni, non si perde tuttavia il focus del fondatore, ovvero perseguire la massima qualità in ogni singolo dettaglio.

Negli anni Cinquanta Molteni inizia il suo percorso nel design, sancito dal premio vinto alla prima “Mostra Selettiva – Concorso Internazionale del Mobile” di Cantù, con un progetto dell’architetto svizzero Werner Blaser, allievo di Alvar Aalto e assistente di Ludwig Mies van der Rohe: cassettone, con il giunto geometrico a tripla forcella. È il primo prototipo di mobile moderno e siamo solo all’inizio: ben presto arrivano altri arredi iconici, due librerie avanguardisti, progetti di Yasuhiko Itoh e di Donato D’Urbino e Carlo Volonterio.

202a05ec2ae8a1626265eefffb28f78a

9cfca69a5b1cbe0f7c0f5e4e7f2eafca

Gli anni Sessanta si caratterizzano per novità in campo produttivo, con l’arrivo di nuove tecnologie acquistate in Germania, per operare sempre più in un’ottica industriale ma con un’attitudine artigianale, per raggiungere sempre la massima qualità. Angelo Molteni è inoltre nel comitato fondatore del primo Salone del Mobile di Milano, che inaugura nel 1961. 

Tra la fine degli anni Sessanta e l’inizio degli anni Settanta, Molteni rafforza la propria identità convertendosi al design moderno, con mobili pensati per la produzione in serie. Contribuiscono anche al successo del brand personalità creative come Tobia Scarpa e Afra.

Ben presto Molteni si affaccia al mondo del contract, con una fornitura di arredi in Arabia Saudita.

In seguito entra in azienda Aldo Rossi, una collaborazione che durerà quasi 20 anni, con progetti di grande successo, come la serie Teatro con Luca Meda, il mobile Carteggio, la sedia Milano.

Il 1994 è l’anno in cui Molteni&C riceve il Compasso d’Oro alla carriera. “Tra i protagonisti della cultura italiana dell’arredamento”, recita la menzione della giuria, “ha saputo presentare un’offerta di prodotti disegnati con costante dignità, sicura qualità e ampia visione del contesto culturale”.

Nello stesso anno Jean Nouvel progetta la Fondation Cartier a Parigi. Unifor realizza gli arredi. Nasce così la serie Less, un’icona del design nel mondo.

b53324abe4c856948a1eb2ed45f837a1

Gli anni 2000 si contraddistinguono per fortunate collaborazioni con firme autorevoli dell’architettura, del calibro di Patricia Urquiola, Ferruccio Laviani, Rodolfo Dordoni, Hannes Wettstein e Ron Gilad, per citarne alcuni. Nasce inoltre la Divisione Imbottiti. 

L’espansione distributiva di Molteni si allarga: nascono nuovi negozi monomarca Molteni&C | Dada: circa 600 nel mondo, di cui 40 Flagship Store, presenti anche nelle più grandi metropoli internazionali del design come Londra e New York.

Il 2015 è una data chiave per la storia dell’azienda: si festeggiano gli 80 anni di attività con una mostra alla Galleria d’Arte Moderna di Milano, 80!Molteni. Con un allestimento curato da Jasper Morrison e il progetto grafico di Studio Cerri & Associati, prototipi e arredi di tutte le aziende del Gruppo raccontano, per la prima volta, 80 anni di esperienza, qualità e innovazione. La mostra diventa il nucleo del Molteni Museum di Giussano.

76ba7cf3fdd9895f1ca4504df931ad90

A partire da aprile 2016 l’architetto e designer belga Vincent Van Duysen è nominato direttore creativo dei brand Molteni&C e Dada. Dopo il successo della collezione di armadi Gliss Master la nuova collaborazione ha come focus il coordinamento dell’immagine e il concept retail.

A New York il primo “Lifestyle Store” Molteni Group. Il Gruppo Molteni apre una nuova vetrina mondiale nel cuore di Manhattan, al 160 di Madison Avenue. Lo spirito di un progetto unico, evolutivo, sintonico con la modernità e fedele ai propri principi stilistici, firmato Vincent Van Duysen. Questo è il primo Flagship Store al mondo a riunire i tre brand del Gruppo: Molteni&C, Dada, e UniFor.

9b0b61285c1436c41979d1bada41cc03